Storia realmente accaduta

  • Scritto da Franco il 13/11/2020 - 08:49
  • 1.7K Letture

Gli ho offerto un massaggio tantra.

 

Giovanna molto carina fisico da ragazzina snella 1.70 bionda bel culetto tette piccole ma sode e tutta depilata.marco un massaggiatore da cui ero stato con una mia amica e una volta da solo, ha uno studio in casa che usa dopo lavoro. Attrezzato bene con profumi candele e musica rilassante di sottofondo. Io e Giovanna ci dilettiamo a farci dei massaggi fai da te e lei ci sa fare abbastanza è veramente piacevole sentire le sue mani sul corpo , mentre io quando comincio   il massaggio e mi soffermo sulle sue chiappette , quando vedo quei buchetti che si aprono e sembra che mi chiamino  non dura molto perché la comincio a stuzzicare e facciamo l'amore.visto che a lei piace farsi massaggiare e non riesco mai a fargliene uno completo, contatto Marco per vedere se è disponibile ,  le vorrei fare un regalo….un vero massaggio . " Certo se vuoi giovedì alle 19.30 sono libero, e siccome mi sono un po' specializzato nel massaggio tantra , se vi va glielo posso far  provare". Ne parlo a Giovanna e insieme cerchiamo il massaggio tantra su internet , ma non capiamo bene com'è comunque decidiamo di provare al limite se non le piace può sempre farlo smettere. Accettiamo l'appuntamento per il giorno designato , Giovanna è un po' turbata ma curiosa e poi ci sono io quindi si sente sicura. Prima dell'incontro ci prendiamo un immancabile aperitivo vicino al luogo, e puntuali ci presentiamo al cancello dove ci accoglie Marco e dopo avergli presentato la mia "amica" ci accompagna nella stanza adibita a studio. Devo dire che Giovi si era preparata x bene, unghie rosse, capelli mossi vestitino leggero e tanga perché pensava di non toglierlo. Lui la mette da subito a suo agio (è il suo lavoro e lo sa fare) , la musica il profumo le luci soffuse fanno il resto ,lei molto disinibita in dieci secondi è nuda completamente e gli chiede se si può sdraiare sul    lettino, senza togliergli gli occhi di dosso  Marco la fa accomodare a pancia in giù, e parlandole piano nell'orecchio le spiega che  qualsiasi cosa si senta di fare la deve fare senza trattenersi lasciandosi andare completamente. Io mi siedo su una seggiola e mi godo il bellissimo corpo di Giovi  "manipolato" con sapienza , in un massaggio molto diverso dai tradizionali.  dopo una decina di minuti , comincio a notare che Marco  passa sempre più frequentemente le dita sulle intimità di Giovanna. La cosa si fa sempre più audace e devo dire anche con un misto di gelosia  e eccitazione, penso che se le da fastidio la cosa sarà lei a dirgli Basta. Il massaggio si alterna in vari modi ma ogni tanto le dita vanno a sfiorare sempre di più le grandi labbra della fighetta rasata , dopo un mezz'ora la fa girare a pancia in su e comincia subito con una bella palpata alle tette. Lo lascio fare, voglio vedere dove arriva se lei non lo ferma , il massaggio è molto sensuale ed erotico  io mi alzo in piedi ogni tanto e comincio a massaggiarle i piedi visto che mi aveva detto che voleva provare un massaggio a quattro mani, e piano piano le massaggio le cosce e ne approfitto anch'io per toccarla nell'intimo.   Mi avvicino a lei che tiene sempre gli occhi chiusi, e le chiedo in un orecchio se le piace:" tantissimo" è la sua risposta con un viso beato. Il massaggiatore non si fa ritegno visto che nessuno lo ferma e le passa un dito al rallentatore dentro le labbra della fighetta e ripete l'azione due volte e poi intelligentemente si sposta su altre parti del corpo. Io chiedo a Giovanna sempre all'orecchio :  "sei eccitata?" E lei con un cenno del capo annuisce sempre tenendo gli occhi chiusi. Anch'io lo sono e comincio a toccarla dentro ed effettivamente è bagnatissima non resisto e dal lato del lettino comincio a leccarla , lei gradisce molto e le infilo due dita dentro piano come piace a lei , il massaggiatore continua imperterrito il suo lavoro, io mi aspetto che da un momento all'altro tiri fuori il cazzo, invece viene dal lato opposto al mio e mi toglie le dita e infila due delle sue , io continuo a leccare e sento i suoi umori delle dita del porco, le dita diventano tre ma la figa di Giovanna le accolgono senza problemi. Smetto di leccarla e la vado a baciare e le chiedo se le piace, "siiiii" è quello che riesce a dire, io allora salgo sul lettino e la comincio a leccarla per bene  non esiste più nulla solo il suo corpo da godere , tengo d'occhio Marco , penso che adesso lo tirerà fuori sicuramente, invece viene vicino a me e mi dice come la dovrei leccare secondo lui e con la scusa prende il mio posto con la lingua tra le sue cosce. Io scendo dal lettino mi avvicino alla faccia di Giovanna la bacio e tolgo il cazzo duro dai pantaloni e lo infilò nella sua bocca, è una posizione non troppo comoda , lei lo prende come può  la cosa non dura molto un paio di minuti e dopo un attimo tutto finisce così. Come niente fosse accaduto ci ricomponiamo ci rivestiamo lui chiede se va tutto bene  , lei annuisce come vergognandosi e mentre Giovanna esce pago il massaggiatore, mi aveva chiesto 60 euro ma gli ho dato 40 ….sconto. usciamo con Giovanna un po' frastornata e saliamo in macchina e scoppiamo in una risata. Ci siamo lasciati trascinare dalla situazione e non ci rendiamo ancora conto bene della cosa, così ci fermiamo per un altro aperitivo………..



 

Segue 

Post New Comment

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e analizzare il nostro traffico. Si prega di decidere se si è disposti ad accettare i cookie dal nostro sito Web.