colonia

  • Scritto da TH972 il 09/02/2021 - 09:41
  • 2.4K Letture

Per pagare l’università nei mesi estivi lavoro come animatrice nelle colonie al mare e, quest’anno, è capitata la generazione degli adolescenti (under 18), i peggiori in assoluto, ingestibili, fumano e bevano alle spalle degli adulti senza contare gli approcci sessuali di tutti i tipi vista la libertà di cui dispongono (nonostante siamo in villaggio chiuso ed isolato presso una spiaggia) visto che noi animatori siamo in rapporto 1 a 6/7 ragazzi circa.

Questa sera siamo impegnati dopo cena fino a mezzanotte in una caccia al tesoro per i più grandicelli, formula consolidata e divertente, squadre miste ed io in squadra con un paio di ragazzi alla loro ultima stagione, prima di diventare maggiorenni. Tutti indaffarati alla ricerca di indizi e rompicapo da risolvere.. la nostra ricerca ci porta verso le 22 in un ricovero attrezzi un poco isolato dal resto degli edifici dell’enorme villaggio di cui siamo ospiti: entriamo con la poca luce diffusa dal cellulare di uno dei due che, con il led illumina ciò che cercavamo, poi il più alto dei due mi dice: Chiara, vuoi vedere un paio di foto?  Io faccio spallucce annuendo con il viso…mi rivedo così sul display ritratta in una situazione imbarazzante….

FlashBack: questo mese lavorativo lontano dalla città volevo farlo in tranquillità, col il fidanzato a casa che studia, auspicavo di fare la brava, ma considerando che sono bionda, formosa (4a) e burrosa, con i miei 25 anni, molti, tra gli altri animatori, hanno cercato approcci di vario tipo, compreso Roy, africano naturalizzato bresciano, che ha puntato tutto e subito sulle proprietà fisiche sopra la media del suo pacco (insistendo su doti e dimensioni),io però ho sempre glissato, tranne una sera particolarmente languida ed indebolita dalla lontananza(+ abuso di drink alcolici), ad un suo ennesimo sms con scritto: io vado in doccia, lascio la porta del bungalow chiusa ma non a chiave, se vuoi, vieni a vedere coi tuoi occhi sei la benvenuta, unico pegno però (faccina furbetta)se entri per verificare.., mi farai comunque una sega …

In fondo ho pensato.. non c’è nulla di grave (dopo 10 giorni di astinenza... ho i miei problemini), così sono entrata lui si stava asciugando, e mi ha sorriso compiaciuto appena vista; io fermamente convinta della bufala mi son messa le mani sui fianchi in attesa, e lui di contro, ha sciolto l’asciugamano, rivelando in effetti un bell’attrezzo, man mano che si avvicinava prendeva pure vita e, devo dire che, quando gli ho messo una mano per agguantarlo, è stata una bella sensazione al tatto duro e caldo.. ogni promessa è un debito così ho cominciato a menarglielo vigorosamente, ma con poca soddisfazione per entrambi, così gli ho sussurrato, come se fosse un piacere fatto a me (e non a lui), se poteva concedermi di succhiarglielo, lui ci ha pensato e mi ha risposto arrogantemente… si, però in cambio mi fai palpare le tue tettone.. mi sembrava un buon contrappeso: così seduta sul letto cercavo di ingoiare la mazza bagnata di saliva, mentre lui con una mano mi tormentava i capezzoli e con l’altra posata sulla mia testa dettava il ritmo del pompino... molto più piacevole per entrambi infatti, dopo poco, Roy è venuto copiosamente inondandomi di caldo seme sulle tette gonfie..

Ricovero attrezzi: ecco quello che vedo nel display, la foto è presa in lontananza dalla finestra del bagno e ci sono io (riconoscibile di profilo) con tre quarti di uccello in bocca, 3 foto distanti qualche secondo, con le quali i ragazzi…mi stanno..cosa? ricattando?? in effetti la camera è quella di Roy e sono io che mi ci sono infilata dentro, colpevole al 100%..(chiaro che se venisse diffusa.. apparirebbe come una figuraccia) devo agire di astuzia.. quindi? Dico seccata ai due si guardano e azzardano: anche noi vogliamo un pompino.. ragiono velocemente, e li spiazzo: siete minorenni non ci penso nemmeno… accusano il colpo, ma rilanciano, facci una sega altrimenti pubblichiamo foto.. poteva andare peggio penso, così mi appoggio a parete con braccia conserte in attesa della loro mossa... un poco imbarazzati si abbassano pantaloni e boxer, sono già eccitati come mandrilli così li agguanto contemporaneamente, uno per mano e comincio in sincronia a giocare con i loro cazzetti, il poco impegno da parte mia e la loro delusione si fanno sentire, mi accorgo che uno sta inviando qualcosa con telefonino, e dopo un minuto, qualcuno apre la porta del ricovero… resto di sasso ed avvampo rossa quando fa capolino…Roy, che mi guarda incuriosito.. che succede Chiara? Gli risponde prontamente uno dei due.. Chiara ha perso scommessa e ha un debito con noi.. ma siamo minorenni e quindi ha scelto te come partner per soddisfare i termini della scommessa (cioè un pompino).. maledetti, mi hanno fregato.. Roy suo malgrado(?) sembra divertito ma fa pure lo stronzo: io non ho perso scommessa e non devo nulla a nessuno, vi lascio continuare… rischio di perdere il controllo della situazione… allora provo a negoziare..Roy, i ragazzi hanno vinto una scena sexy in diretta e solo per loro, mi aiuteresti? Roy si avvicina e mi sussurra, anche se sentono tutti.. bene, ti aiuto, ma decido io cosa fare.. un lieve sussulto mi sorprende, anche perché, finché pone le sue condizioni, mi ha infilato la mano sotto la gonnellina di maglia che indosso ed ha già sentito che là sotto la mutandina è zuppa come appena uscita da lavatrice…annuisco dominata della circostanza.

Mi ritrovo nuda in un attimo, sempre appoggiata alla parete, con in mano il due cazzi dei ragazzi e, davanti a me Roy che mi lecca il collo e con entrambe le mani affondate sulle mie tette, la temperatura è già alle stelle, poi Roy si abbassa e succhia un capezzolo già scuro perché eccitato e con le dita strizza l’altro (deve averlo capito che mi piace perché sente che il mio bacino risponde quasi cercando un contatto qualsiasi come una qualsiasi gatta in calore) così mentre scende con la lingua fino all’ombelico e poi sotto fino al fiore del piacere ho i brividi, quando comincia a leccare lì sotto sono un vulcano pronto ad eruttare.. i ragazzi dormono sugli allori, così Roy gli invita a spremermi le tette, loro non aspettano altro ed io nemmeno.. sono sconvolta, è la prima volta che sento tante mani addosso, ma appena mi penetra con due dita, la vagina risponde subito con umori mielosi e carichi di piacere, cerco di non urlare il mio godimento: il bresciano ha capito, però,  che sono venuta come una verginella ma non lo sottolinea se non con un occhiolino quando si rialza e mi invita a sedere su un divanetto a due posti ricoverato nel capanno. A questo punto si spoglia lui, sfoggiando il cazzo nero e grosso che fa impallidire i giovani; me lo pianta tra le labbra senza nemmeno pensarci ed io lo imbocco immediatamente conoscendone le dimensioni mi impegno con tutta me stessa..  si ripropone la medesima scena del bungalow, ma non con lo stesso epilogo, dopo poco Roy mi fa alzare, e sedendosi lui, mi inviata a sedermi sul “palo”, rivolgendogli la schiena, in modo da essere libera di giocare coi ragazzi fermi di fronte.. così lentamente mi adagio sul manico scuro che mi lacera ed allarga, resto un attimo ferma a somatizzare il dolore in modo che si trasformi in piacere, quando i tessuti si sono adattati mi ritrovo i giovani davanti a me, Roy che da dietro mi agguanta le pere massaggiandole come se stesse impastando ed io che faccio una sega al primo aguzzino che colmo di tutti gli stimoli accumulati sta per esplodere.

Roy ancora una volta decide per tutti Chiara: fatti venire in bocca ma non devi succhiarli, solo il succo per te…mentre lo dice mi torce i capezzoli sapendo che sono un punto chiave della mia sessualità.. tiro il ragazzo verso di me, spalanco la bocca, appena sente il mio alito caldo.. mugugna ed io assaporo caldo liquido biancastro senza perderne una goccia...; l’altro è più titubante, si avvicina, si masturba ma è timido e  vedo che soffre, sono così vicina e solo lui mi vede in quel momento così gli sfrego la lingua sotto la cappella, tanto basta per scioglierlo e fargli colare tutto il contenuto del piacere spruzzandomelo sul palato e liberando un brontolio di approvazione…

I ragazzi sono appagati e svuotati, Roy li liquida facendoli cancellare il contenuto dei telefoni..; restiamo soli.. io mi sfilo, mi giro e lo guardo fisso negli occhi.. lui sorride e dice Chiara, adesso voglio godere io… mi invita a sedermi ma stavolta rivolta verso di lui, la penetrazione ora è più agile, mi appoggio con le ginocchia sul divanetto ai lati del suo bacino, appoggio le mani sulle sue spalle e lui subito prende in bocca le mie tette, mordendo e leccando… quasi subito rispondo con un andirivieni sul cazzo lucido dei miei umori.. lui aiuta prendendomi le chiappe… abbiamo un ottima sintonia.. mi sento bagnata fino alle ginocchia... ad ogni colpo sussulto... ma quando infila il suo dito medio nel mio buchetto... mi inarco serro i muscoli e mi sento morire di piacere.. e così anche Roy che sparge sperma in quantità enorme nella mia vagina slabbrata.. resto lì a sussultare, con ancora il dito infilato dietro..

 

Ufficialmente la squadra ha perso al caccia al tesoro…ma credo abbiamo vinto tutti.   

 

Ciao sono una checca disponibile a farsi trapanare il culo e a fare bocchini con ingoio, anche a domicilio - ralfie1001@gmail.co

Post New Comment

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e analizzare il nostro traffico. Si prega di decidere se si è disposti ad accettare i cookie dal nostro sito Web.