La prima volta

  • Scritto da CliMax il 18/11/2021 - 21:54
  • 787 Letture

Domenica mattina di un fine luglio.Sono Max , ho 17 anni e mi sento un coglione .....  Sono in auto con i miei nonni in direzione Eraclea , una località di mare del Veneto. Ebbene si , i miei e soprattutto mia madre erano stati tassativi:" o vieni con noi in vacanza in Toscana , o te ne vai con i nonni al mare , sicuramente non vai con i tuoi amici da solo, sei ancora minorenne  .." Sono a bordo di una scassatissima  peugeot 306 alla velocità folle di 60km/h sulla Treviso mare, sta guidando mio nonno , mentre nonna si gode il panorama  . Li in fondo quella strada c è il bivio  cruciale. Se giri a destra vai a Jesolo , la meta di  tutti i giovani , città balneare  con spiagge stupende , vita notturna , discoteche , bar , dove vorrei andare anch io e dove ci sono un paio di amici con le rispettive famiglie in vacanza . Noi invece svoltiamo a sinistra direzione Eraclea , un po più smorta , dove l età media è sui 50 anni e dove i miei nonni da 40 anni vanno ogni santa estate a farsi i loro bei 15 giorno di vacanza .  Niente , i miei sogni di vita mondana e notturna vanno in fumo , nonché la speranza di trovarmi con i miei compagni di scorribande Giuseppe e Alessandro. Chiedo a nonno se posso fumare , lui mi strizza l occhiolino in segno affermativo mentre nonna mi rimprovera , ma dolcemente con i suoi modi gentili  .: " amore ricorda che chi non fuma.... vince" , ma io ho gia perso  e la incalzo motivando il gesto :  "  nonna guarda che è  una delle poche cose che ho imparato alle superiori ". Scoppiamo a ridere tutti e tre . 

Arriviamo a destinazione. Nonni prendono il solito appartamento da una vita , piano terra e comodissimo alla spiaggia , li aiuto a scaricare i bagagli e sistemare, poi mi avvio alla spiaggia per vedere se è cambiato qualcosa .Ritorno per pranzo , mangiamo assieme e poi i nonni decidono di riposarsi un po . Io prendo la bici e parto.... mi godo la splendida giornata e anche qualche culo di qualche bella ragazza in giro , forse un po troppo visto che rischio di andare a sbattere su qualche palo. Ripenso al fatto che ho 17 anni e quella che sembrava essere la donna della mia vita , una certa Martina , mi ha piantato in asso qualche mese fa . Diceva che non era pronta per stare con uno seriamente , e soprattutto non era pronta per fare sesso , tasto nel quale io insistevo costantemente. Ebbene si , sono vergine ..... c e stato petting , sesso orale , masturbazioni reciproche sia con lei che con altre, ma niente rapporti completi. Mi sento veramente sfigato e quella vacanza pensavo non mi avrebbe certo fatto passare di livello . Ritorno all appartamento i nonni sono scesi in spiaggia , ne approfitto per farmi una sega liberatoria e scacciare i brutti pensieri. Penso alla mia prof di inglese, al fatto che in inglese ero una frana ma lei è  una donna stupenda, la immagino in un letto in lingerie che mi implora di scoparla ,  vengo copiosamente in suo onore. Ecco ora mi sento meglio. Mi do una sistemata prendo e scendo in spiaggia 

Nonno non c è, è andato a giocare a bocce con altri suoi coetanei , mentre nonna è lì al riparo del nostro ombrellone affittato per ben due settimane. Sta  conversando con la vicina d ombrellone ed il figlio mentre sfoglia disinteressata  una rivista . Io prendo mi sdraio e nonna mi presenta alla sua nuova amica, descrivendomi come un bravo ragazzo , un po monello a volte .  Mi alzo saluto Elisa e lei mi presenta il figlio Davide , un ragazzino di qualche anno in meno di me.    Lei è di Brescia e viene ogni anno lì in vacanza col figlio , un ragazzo simpatico che mi prende subito in simpatia.  Con Davide  scatta subito una buona armonia e diventa nei giorni a seguire una sorta di ombra di me stesso. Insomma non mi molla mai.  Provo allo stesso tempo una gran simpatia per lui ma anche una scocciatura visti i miei altri interessi . Però ci divertiamo giochiamo a calcio , andiamo in bici , insomma mi comporto come il fratello maggiore che lui non ha , mentre io ho una sorella minore e un fratellino mi sarebbe sempre piaciuto averlo ... La vacanza non sta andando come avrei sperato però alla fine mi diverto lo stesso . Elisa è entusiasta che  mi occupo di lui e le dico che non mi pesa ed effettivamente Davide mi sta facendo divertire e passare il tempo altrimenti monotono.  Elisa e nonna diventano allo stesso tempo molto amiche, lei ha la stessa età di zia Sabrina e quindi si confronta con nonna come fosse una specie di mamma che regala consigli e soluzioni. I giorni passano e i rapporti diventano sempre più amichevoli e confidenziali tanto che Elisa e Davide vengono spesso nel nostro appartamento ad assaggiare le specialità venete che sa preparare nonna , regina indiscussa della cucina abbondante e di qualità.  Elisa allo stesso modo ci invita da loro,  un appartamentino a poche centinaia di metri dal nostro, ma per cena," per non sfigurare" dice lei, ordiniamo una pizza.  Noto però un clima un po triste e infatti Davide  una volta scesi a far due tiri a calcio nel parchetto, mi dice che l indomani suo padre verrà a prenderlo per portarlo in vacanza con se . Infatti Elisa e il papà di Davide sono separati da quando lui aveva 6 anni e mi dice che non è stato facile nel tempo abituarsi a ciò. Il padre sarebbe venuto il mattino seguente a prenderlo per portarlo in vacanza con se in Sardegna, e a Davide dispiaceva e non poco per la bella amicizia che stava nascendo tra noi.  Il giorno dopo mi presento da Elisa e Davide per salutare e augurargli una bella vacanza . Davide è già  pronto a partire con suo padre,ci   scambiamo i numeri , auguro a entrambi una buona vacanza  e mi avvio per tornare dai nonni. Prima però suono da Elisa , visto che nonna,  premurosa com è , mi ha detto di invitarla per pranzo da noi. Elisa apre la porta , noto un aria molto triste in lei ,  le chiedo se è tutto ok e le riporto il messaggio di nonna ... Lei accetta e mi ringrazia e mi chiede se ho fatto colazione. Mi invita ad entrare e a farle compagnia prendendoci un caffè e qualche biscotto. Inizia a parlarmi un po dei rapporti burrascosi col padre di Davide dopo la separazione , sempre gentile e con un mezzo falso sorriso sulle labbra. È molto gentile Elisa con me e sono felice lei abbia fiducia in me raccontandomi un po di fatti suoi. Forse nota un po di disagio in me , sul fatto di ritrovarmi da solo con una donna, una bella donna. I miei istinti di giovane uomo si fanno sentire , e forse proprio per questo sono teso , impacciato. Lei , con la sua sensibilità,  capisce al volo e mi chiede di me e della mia famiglia , se ho la fidanzata o se ne ho tante.... Intanto se la ride e io sono contento di averle riportato il sorriso sulle labbra. Che bella però Elisa , con i suoi capelli neri  e due occhi celesti come il cielo , abbinati alla sua carnagione scura , la rendono una donna stupenda. Se solo trovassi una ragazza bella come lei, sarei l uomo più contento del mondo. Assorto nei miei pensieri non stavo più ascoltando cosa mi stava dicendo .... ritorno in me quando mi chiede : "o max? Tutto bene?"  Che mi succede ? Ho il cazzo duro , lei non se ne accorge perché son dall.altro lato del tavolo . Però sono molto teso , e questo lo percepisce , sicché le confesso cosa mi turba in quel periodo della mia vita. Le dico che  sono molto attratto dalle ragazze , ma vorrei trovare la persona speciale , che sappia completare le mie necessità ed io le sue. Lei mi rassicura  che non devo aver fretta , e che quando è il.momento tutto succederà naturalmente . Praticamente un modo gentile per dirle che ho voglia  di figa .... Poi le racconto di Martina , del fatto che lei non ci stava , delle vacanze sognate a Jesolo con notti brave in discoteca....  praticamente divento logorroico quando sono un po teso  e ho descritto  tutta la mia umile vita , i desideri e necessità  in faccia ad Elisa . Lei mi guarda con aria curiosa e divertita , devo esser stato proprio buffo , poi mi  dice di tenermi pronto e che ha in idea! Mi liquida dicendomi che ci vediamo a pranzo da nonni , e io esco da casa un po perplesso.

  Che idea e idea? Vorrà forse far sesso con me? E se si come?  Perché? Mi sto spaccando la testa , penso e ripenso a ..... ho un idea....  e mi faccio un sacco di seghe mentali. Arriva il pranzo Elisa arriva ed è bella come sempre  e sorridente . Non riesco a capire che età abbia ma da un paio di conti e dai racconti di Davide posso dedurre sarà sui quaranta. È solare ed energica e non la sto più vedendo come la mamma premurosa di Davide, ma piuttosto come una bella donna desiderabile.  Si pranza tutti assieme, poi nonno ci liquida andando al bar per la partita di carte,  mentre noi scendiamo.alla spiaggia. Ecco che Elisa dopo uno sguardo complice  e un occhiolino, chiede a nonna se posso andare a fargli compagnia e passare la notte da lei , visto che in un appartamenti vicino al suo  han subito un furto e che le manca tanto suo figlio. Penso che nonna mai al mondo accetterà , ed invece risponde affermativamente ,  non credo alle mie orecchie . Certo chiedono a me se la cosa mi possa andar bene ed ovviamente rispondo di sì. Guardo Elisa che mi fa un sorriso complice e penso che dev esser proprio pazza... cos avrà mai in mente e perché? Come è possibile che secoli  di ricerca e basta chiedere così e questa è disposta a far sesso....  Non ci posso credere , certo ho un ansia spaventosa,  sono teso e un po mi sto pentendo di aver accettato. Dopo un po.Elisa si congeda e ci saluta dandomi appuntamento alle 20.00 da lei. 

Alle 19.30 sono pronto , ho messo un paio di jeans e una t shirt , un po di gel , arrivo a piedi all appartamento di Elisa , mi nascondo 10 minuti  per non sembrare troppo in anticipo ,e suono. Non apre nessuno . Risuono e niente , poi sento suonare un clacson e mi giro, è Elisa in piedi a fianco un Opel corsa nero , mi fa segno di avvicinarmi ma io resto fermo dove sono a bocca aperta, imbalsamato . Lei scoppia a ridere si piega dalle risate , io resto sempre fermo ,  ad ammirare tanta bellezza...." cazzo che figa " penso ,lei è lì tutta in tiro per me . Ha un vestitino corto sopra il ginocchio nero , largo sotto e sopra stretto   con una bella scollatura che lascia poco all immaginazione  del suo stupendo seno snello , credo sulla seconda misura dalle mie valutazioni. I capelli neri bellissimi si intonano molto con il vestito e la sua carnagione scura ,  e fanno da contrasto ai suoi occhi celesti che col riflesso del sole sembrano del colore del cielo . Ai piedi un sandalo alto intrecciato alle caviglie con zeppa . Sembra una divinità greca .  Attraverso la strada e mi invita a salire in auto... " o ma che ci facevi nascosto lì tra le piante" ? Cazzo mi aveva visto . " Elisa ero in anticipo e mi son messo lì per aspettare 10 minuti , ma dove stiamo.andando ? .... e cmq Elisa  volevo dirti che sei bellissima   lei "  ooooo grazie  cucciolone, volevi andare a Jesolo? Preparati che la notte è nostra " 

Elisa guida come una pazza , ha una guida nervosa e corre forte,  e io che mi ero messo in testa chissà cosa ... Però sono felice ,  e mi impegnerò per farla  divertire ..Lei mi dice che è una vita che non frequenta discoteche , e che per una notte vuole sentirsi giovane. Le dico di non preoccuparsi , so già come e dove andare .... 

Mezz'ora e siamo lì a Jesolo . Parcheggiamo un po fuori e ci avviamo a piedi verso la centralissima piazza Mazzini , troviamo una pizzeria  e ci infiliamo dentro. Passiamo un oretta tranquilli a gustarci un ottima pizza e a chiacchierare del più e del meno. Elisa mi racconta delle marachelle combinate quando aveva la mia età,  della sua vita un po disastrosa , della sua propensione a cacciarsi nei guai e del rapporto meraviglioso che ha con suo figlio.  Hanno un rapporto   più come fratello e sorella che come madre e figlio . Mi piace ascoltarla è coinvolgente e descrive bene i suoi racconti e io pendo dalle sue labbra. Io  a risposta le racconto di quando rischiai il coma etilico , delle bravate con i motorini e tutte le cazzate fatte con gli amici , e lei se la ride  di gusto. Finita la cena ci avviamo per la città  e ci facciamo un paio di locali bevendo in paio di cocktail.  " Sia chiaro Elisa offro tutto io per ringraziarti della serata speciale  " cerco di comportarmi da gentleman anche se alle prime armi. Facciamo due passi fino alla spiaggia e ci accorgiamo che son quasi le 22.30 . Andiamo verso la discoteca  ed entriamo.  Ho scelto uno dei locali più in voga ed esclusivi delle  estati jesolane, dove dovrei incontrare  anche i miei amici Giuseppe ed Alessandro. Certo che io ed Elisa attiriamo gli sguardi di molta gente : uno sbarbatello e una donna  stupenda ..... noi ci divertiamo e una volta dentro il locale ci beviamo un drink facendo un giro del locale . Ad un certo punto Elisa mi dice: " dai andiamo a ballare " e mi tira con se in pista ... È scatenatissima balla beve e si diverte . Mi sento tirare la maglietta mi giro e vedo il mio amico Giuseppe. Faccio segno ad Elisa che esco un attimo da quella bolgia e lei annuisce e si gira a ballare .  Giuseppe mi tira con se in un angolo e mi chiede come son finito lì e chi è quella sventola. Poi mi dice che Alessandro non c è perché non ha avuto il permesso dalla madre di andare in disco , e neanche lui ce l ha ma è scappato dal residence dove alloggia con i suoi appena si erano appisolati .  Gli racconto tutto e gli dico che Elisa è stradivertente e che forse dormo da lei. Incredulo mi augura buona fortuna e mi dice di dover scappare per tornare come un fuorilegge da dove è partito. Cazzo  però mi spiace che se ne deve andare e cazzo mi spiace che non c è Alessandro. Mi batte un 5 e se ne va. Torno da Elisa in pista, è circondata da 3 maschioni sfigati che ballano in maniera ancora più sfigata ma lei mi vede e viene da me.  Mi  ri-trascina fuori dalla pista urlando nell orecchio che ha sete. Andiamo al bar prende due birre e mi dice :" tieni queste le offro io " . Lei è su di giri mentre io da buon veneto sono tranquillissimo  l alcol non riesce ancora a scalfire la mia corazza . Mi giro e come avessi visto il demonio vedo Martina , la mia ex, abbracciata ad uno che si baciano nei divanetti . Mi crolla un po il mondo addosso perché si riapre una ferita che ero quasi riuscito a far cicatrizzare , la vedo sorridere con lui , molto complice, si alzano vado a ballare. Vedo in faccia lui e capisco che è  il suo compagno di liceo, uno che quando era insieme a me continuava a tarmarla di SMS  ed insistere. Capisco tutto era il tassello del puzzle che mancava , altro che non voler far sesso con me, era ben altro il problema....Elisa si accorge del mio cambio di umore e mi chiede se va tutto bene.... Le spiego tutto  e lei mi trascina con se in pista , mi porta a pochi passi da loro , mi abbraccia e inizia a ballare  sensualissima con me. Gira e rigira Martina mi vede e si scansa col suo boyfriend  defilandosi di lato ma tenendo sotto controllo la situazione. Chiedo a Elisa : che fai? Lei da un occhiata a Martina per assicurarsi che veda , poi mi guarda mi sorride e mi bacia in bocca .   Ci baciamo,  limoniamo lì in mezzo la pista , poi Elisa si stacca mi guarda e mi dice" questo era per Martina , invece questo è perché te lo meriti " e mi bacia di nuovo . ..  non sarò un esperto di sesso ma sono il re del " limone" e metto in pratica tutta la mia esperienza . Non è solo un bacio di vendetta,  sento che c è sintonia  , passione ,  tutti ci guardano siamo  al centro dell attenzione ma c è trasporto tra noi , è un bacio vero  ci stiamo toccando con la mente , non solo con le lingue . È stato stupendo poi Elisa si stacca e mi dice che vuole andar via. Martina ha visto , mi giro la guardo e la vedo ferita nell orgoglio.... ben ti sta ! 

Via fuori , silenzio , aria pulita e fresco... io ed Elisa scappiamo siamo mano nella mano , lei mi guida , andiamo alla macchina....  la giro verso di me  la spingo allo sportello e la bacio in bocca io stavolta , lei è più arrendevole,  ansima un po tremante,  capisco che le piace l uomo deciso , forte e io cerco di esserlo.... ansima un  po e le appoggio il cazzo dentro i pantaloni sulla gamba sull inguine . Mi guarda con gli occhi lucidi, mi morde il labbro io spingo il cazzo sulla gamba , ansima   ... poi si toglie e mi dice BASTA 

Stiamo tornando a casa , nessuno parla , solo la radio , cerco di capire Elisa , guida piano e seria , c e qualcosa che non va , forse si è pentita,  forse non dovevo esagerare io ,  forse la differenza d eta,  ....troppe domande ....  

Siamo a casa , stanotte ormai devo stare da lei , Elisa è ancora seria ,  mi fa entrare  , chiudiamo la porta .  Le chiedo se è tutto ok , lei mi dice di sì,   ma  io chiedo spiegazioni . Mi rassicura che è tutto ok ,  mi siedo sul divano , le dico che dormirò li , senza risposta lei si chiude in bagno. La sento pisciare , poi entra in doccia  , sento scorrere l acqua .  5 minuti in tutto ed esce ....  è ancora seria,   solo che è nuda , statuaria stupenda , sexy , bellissima , coi capelli bagnati  " VIENI " . Mi fa spogliare  , mi porta in doccia ,  apre l acqua , spegne la luce , entra in doccia con me.... ci baciamo sotto l acqua   nudi abbracciati poi mi insapona e io insapono lei , è bellissimo , letocco il culo e lei mi insapona il cazzo , io la lascio fare , mi sento a mio agio , lei lo capisce , divaricate le gambe e le tocco la figa , è liscia , bellissima , con una striscetta di pelo centrale larga un centimetro ....   ci baciamo ancora .... . Usciamo dalla doccia accende la luce e ci asciughiamo... è ancora più bella , le è tornato il sorriso .... 

Mi tira con se in camera chiude la porta,  sono ipnotizzato da quella venere,  mi sta facendo impazzire e soprattutto mi sta mettendo a mio agio  . BACIAMI mi ordina , non capisco più niente.  Limoniamo come fossimo una cosa sola , le tocco la figa , è calda liscia , bagnata , quella striscia di pelo é così piacevole al tatto , la spingo alla porta mi abbasso e le mangio la figa così con lei in piedi  a gambe larghe . Ansima e mi tira la testa sul suo sesso , io lecco , lecco e lecco mi faccio strada con la lingua sulle grandi labbra , poi salgo al clitoride , sento un miele colare ,  scendo e lecco tutto poi cerco di penetrarla con la lingua .... mi dice : Bravo..... così.... con la voce rotta dal godimento  , bravo max .... è eccitata Elisa è bellissima e credo di procurarle un piacere immenso . La sento aumentare il ritmo , io la assecondo con la lingua ,  si muove dolcemente lì in piedi , mi stringe di più la testa a se , ansima più veloce , più intensamente ,  sta per venire , le do un bacio sul clitoride, poi la lecco e tiro il suo culo con le mani a me e lei gode,   la voce spezzata , le gambe tremanti.... gomme e sborra i suoi umori sull'amicizia faccia .... 

Mi stacco la guardo , è appagata e sorride mi tira su e mi bacia , poi mi sussurra :"preparati che adesso diventi un uomo"

CONTINUA

Post New Comment

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e analizzare il nostro traffico. Si prega di decidere se si è disposti ad accettare i cookie dal nostro sito Web.