Mia madre e la mia ragazza

  • Scritto da Gilda il 03/08/2022 - 10:19
  • 1.3K Letture


Io non so se è una cosa normale il mio comportamento, anche ciò che vidi non è stato di sicuro normale ma la.mia reazione fu di eccitarmi, di spiare e masturbarmi più di una volta riempiendo le mie mutande e non solo le mie di sperma. 

Andai a trovare mia madre che viveva sola con la mia compagna . Con la mia compagna ormai convivevamo da qualche anno e mia madre già l'aveva conosciuta prima della pandemia. 
Durante i lockdown però non ci siamo visti per molto tempo. Più di due anni. Un po' perché abitavamo moto.lontani e un po' perché mia madre aveva paura. Non è anziana , anzi è ancora giovane sui cinquant'anni, ma ha una grandissima paura. Quindi , dopo aver fatto un po' tutti i reclusi finalmente era ora di rivederci. 
Dopo una mezza giornata insieme , io mi trovavo in camera fuori al terrazzo a leggere un po' e a prendere il sole . Cominciai a sentire il mio stomaco rumoreggiare , vidi l'ora e mi accorsi che era ormai pranzo. Andai a cercarle ma in casa nulla. Uscì fuori casa e andai a cercarle nello sgabuzzino in giardino e fu lì che sentì qualcosa che non mi sembrò normale. Un  lamento strano e fuori luogo. 
Quando entrai nel grande sgabuzzino e cominciai a sbirciare dal buco nell'asse del legno della parete , rimasi a bocca aperta. 
Mia madre si stava facendo fare un massaggio  mentre era seduta dalla mia compagna  e parlavano dei loro corpi. Parlavano del loro seno prosperoso dei loro capezzoli e così via. 
Mia madre parlò dei suoi capezzoli duri come biglie anche avendo un seno piccolo. E mentre lo diceva invitava la.mia compagna a toccarli. La mia compagna aveva il viso imbarazzato e rosso ma toccò lo stesso i suoi capezzoli. Al primo contatto mamma ebbe un sobbalzo, sentiva le dita gelide sui suoi capezzoli e la stava eccitando in men che non si dica . Già più di una volta avevo spiato mia madre , quindi conoscevo bene i suoi splendidi capezzoli come palline o come grossi e duri lamponi. Ovviamente non sapevo di questo suo lato perverso e bisessuale. La mancanza di mio padre forse c'entrava di sicuro qualcosa . L'avevo vista sditalinarsi da sola in bagno, durante un film , ma erano anni che non vedevo  in azione con un'altra persona , bensì una donna. La cosa mi eccitò, ma Ancor più eccitante vedere le due donne della mia vita in quello scenario. 
Dopo qualche minuto si spogliarono e cominciarono a toccarsi i seni. La mia donna era di aspetto curvy , quindi ha un grosso seno e anche grosso sedere . Mia madre invece di grosso solo i capezzoli come due biglie e il sedere. Entrambe avevano il culo paffuto come piace a me . Anche quello mi faceva rizzare il cazzo incredibilmente. Cominciai a segarmi piano piano , mi toccavo i capezzoli e spiavo. Sentivo loro parlarsi a bassa voce facendosi i complimenti a vicenda per il loro corpo liscio, morbido, caldo, per i capezzoli turgidi di entrambi e poi per la fica bagnata della mia compagna . Adesso mia madre stava leccando la fica pelosa di lei e lo faceva stando a quattro zampe . In quel momento volevo entrare e inculare mia madre mentre davo ordini su come leccargliela alla mia donna. Avrei strizzato i capezzoli e succhiato di entrambe . Mentre pensavo ciò schizzai a terra per la prima volta. Continuai a spiare e il mio cazzo continuò a esser ritto e di marmo. Le desideravo , la mia donna che ansimava , mia madre così porca che gliela mise in faccia e se la fece leccare lei . Si strusciavano  la fica , si tiravano e succhiavano i capezzoloni super duri. Me le volevo chiavare. Non so come resistetti , non lo feci solo perché pensai che quello scenario da film porno sarebbe finito lì e sarebbe finito male  e anche probabile senza continuazione . Perché si, pensai che dopo quella giornata , poteva tra loro esserci un continuo e farlo ancora e ancora . E io avrei sborrato ancora e ancora in un modo mai fatto in vita mia , perché mi piacevano entrambe . Mamma già mi eccitava anni fa , e la.mia compagna con quel corpo curvy , era strabiliante ed eccitante.
Venni di nuovo . E fui contento che rimanevamo altri sette giorni a casa di mia madre. 

Post New Comment

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e analizzare il nostro traffico. Si prega di decidere se si è disposti ad accettare i cookie dal nostro sito Web.