Un nuovo inizio 1 : Benvenuti nella grande città ( un cocktail di troppo , un bacio e...)

Sono qui sola sul treno con gli occhi rossi dal pianto e il cuore spezzato. Sono un'allieva infermiera, frequentavo il corso nella prestigiosa clinica De Luca. Inizialmente le cose andavano piuttosto male : sono una persona molto emotiva e i colleghi e le compagne di corso non erano state molto amichevoli , quindi mi bloccavo e combinavo un sacco di pasticci. Poi un giorno mentre Sara, Marta e Giovanna mi stavano tenendo ferma per farmi chissà quale scherzo crudele, è arrivato Alessio a salvarmi . Mi ha preso sotto la sua ala protettiva , è diventato il mio mentore . Mi sono innamorata di lui , una notte mi sono infilata nel suo letto e mi ha regalato una prima volta fantastica . Sentivo delle voci strane su di lui , riguardo un gioco perverso con la Primaria Giulia Corsetti, ma io non ci volevo credere fino a quel giorno in cui la verità mi fu sbattuta in faccia . Durante la festa della clinica la dottoressa ha ordinato ad Alessio  di sverginare Sara , Marta e Giovanna davanti a tutti, in quanto meritevoli di punizione e lui ha ubbidito senza replicare. Non ho voluto assistere a quella scena e sono scappata nella mia stanza . Ho cercato sui forum per allievi infermieri una nuova clinica e ho trovato un'ex collega di Alessio , Monica, mi sfogo, le racconto tutto. Lei è in realtà un Oss ma mi ha consigliato di venire a continuare il corso nell'ospedale in cui lavora ora , la clinica Colombo : è in una grande città, l'ambiente è più libero e stimolante.  Dò la possibilità ad Alessio di scappare con me ma lui dice che non posso capire e mi pianta per andare dalla dottoressa Giulia. Eccomi qui sul treno, Monica ha detto che mi ospiterà per il fine settimana e lunedì mi accompagnerà al colloquio di ammissione. Non voglio più pensare al passato e appena arrivo alla stazione sembra che la mia nuova amica lo abbia già capito , stasera andremo a divertirci. Non ci siamo mai viste , ci siamo conosciuti online da poche ore ma c'è subito intesa, la sento già come una sorellona maggiore. Il suo appartamento è semplice e carino , per me che sono ormai abituata a vivere in convitto mi sembra una reggia.  Mentre ci prepariamo per la serata mi sento un po' in soggezione ad avere vicino a me una ragazza così carina in biancheria intima: piccola , castana e riccia, con un fisico tonico e due bellissimi occhi verdi . Io invece sono alta , robusta , mora con i capelli corti e  dai lineamenti severi , ho un seno e un sedere abbondante ma non mi sento né attraente, né femminile .

"Non devi sentirti in imbarazzo , anche tu sei molto bella , stasera ti sentirai un bel figone"

Mi aiuta con il trucco e la scelta dei vestiti , niente di volgare o particolarmente provocante ma mi sento effettivamente molto più femminile del solito.
Il programma è aperitivo , sushi e disco.
Per me è un po' tutto nuovo nella grande città, essendo cresciuta in un paese piccolo e poi trasferitami nel posto sperduto di  montagna della clinica De Luca, ma grazie ai vari drink e alla compagnia di Monica mi sento libera a a mio agio . Mentre siamo sul taxi per la disco arriviamo al punto dolente : Alessio.  Scoppio a piangere e mi abbraccia forte. Il suo petto piccolo e sodo, mi sembra il miglior rifugio di sempre .
" Mi vergogno un po' a dirtelo Milena , anch'io facevo parte del gioco e prima che tu conoscessi Alessio io fui una delle sue prove da affrontare . Mi dispiaque attrarre un ragazzo così dolce e disponibile in una situazione del genere , quindi decisi di mollare tutto e venire qui. Ma da quello che mi racconti tu, invece era proprio nato per questo , e sai cosa ? Cazzi suoi! Non sa cosa si è perso preferendo quella vecchia baldracca della Dottoressa Giulia a te !"
Mi bacia dolcemente sulla guancia.
È un gesto da amica certo , però è da quanto l'ho vista in intimo che non riesco a smettere di pensarci ...
Fortunatamente arriviamo alla disco e la musica e i drink non mi fanno pensare a nulla . Ci scateniamo, prendiamo in giro i ragazzi che ci provano, balliamo tra noi in modo un po' provocante per stuzzicarli , tutte cose che non sapevo di essere in grado di fare . Purtroppo io non sono abituata a bere come Monica e appena rientrate a casa vomito l'anima al cesso , lei mi accudisce con tenerezza , mi porta in camera da letto, mi aiuta a spogliarmi e mi rimbocca le coperte . Io crollo. Dopo non so quanto riapro gli occhi , lei è li , davanti a me che dorme . Parto con il pilota automatico, le accarezzo i ricci , la guancia , mezza sonnolenta inizia a succhiarmi un dito , poi quando è inumidito mi sposta le mani sui suoi piccoli seni . Inizio a palparla da sopra la t shirt , sento i capezzolini indurirsi. Poi apre di colpo gli occhi e mi bacia. È tutto improvviso , mi vergogno perché devo avere un alito schifoso, ma anche il suo non è un granché dopo la nottata alcoolica , mi gira la testa , mi ritrovo nuda con la sua graziosa fighetta piantata in faccia , lecco a istinto, non l'ho mai fatto . Ricambio quello che sta facendo lei , è diverso dal modo di Alessio : molto più dolce ma nel contempo anche più sicuro . Lei sobbalza , pure io . Poco dopo si addormenta sul mio seno. Il giorno dopo mi sento morire , i postumi della sbronza sono inclementi, ma qualcosa non torna : sono completamente vestita,  e a quanto mi sembra di capire Monica ha dormito sul divano , che sia stato un sogno ?

Se volete sapere chi siano La dottoressa Giulia e Alessio e soprattutto che cosa sia "Il gioco " potete leggervi "La clinica dell'amore". I toni di questa nuova serie sono diversi dalle altre cose che ho scritto , spero vi piaccia comunque ! Come sempre aspetto i vostri consigli e commenti 😊

Grazie per aver sistemato l'immagine 🤗
Grazie a te per i bellissimi contributi al nostro sito di scrittori erotici.

Post New Comment

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e analizzare il nostro traffico. Si prega di decidere se si è disposti ad accettare i cookie dal nostro sito Web.