Un po' Cuckold, un po' Gay (2) ... e Hassan

  • Scritto da Claude il 31/10/2020 - 16:25
  • 3.7K Letture

Erano giorni che stavo pensando cosa fare: c’era mia moglie mi tradiva con il mio vicino, io che tradivo lei con lo stesso vicino, l’omeopata. Non sapevo veramente che decisione prendere ...
Nel frattempo era Lunedì pomeriggio. Mi stavo arrovellando il cervello (allora quando arrivavo a casa e la trovavo vestita da porcella non era per me ... Da quanto tempo andava per cazzi altrove? Sarà stata così falsa e porca fin dai primi giorni di matrimonio? Il mio cazzo non è abbastanza per lei? ... decisi di scendere in strada per fare una pausa e prendere un po’ d’aria ... dovevo rilassarmi, pensavo troppo.
Nel contro viale di Parigi vedo passare l’auto di mia moglie, e mi scatta subito l’angoscia da corna. Fortunatamente a Parigi in ogni angolo si trovano dei taxi, salto su un taxi e dico la classica frase da film ... segua quella auto senza farsi vedere ... dopo una ventina di minuti l’auto di mia moglie si ferma in una via di negozietti a Mont Martre. Faccio accostare il taxi e aspetto. Mia moglie posteggia, scende e dopo pochi metri fatti velocemente entra in un negozio. E' un negozio di abbigliamento modesto. La vetrina presenta alcuni modelli poco interessanti, e qualche costume da bagno. Aspetto ancora 10 minuti e poi entro nel negozio. Non c’é nessuno, tra gli scaffali dove riposano moltissimi jeans strappati, vedo una porta di chiusura che da su un possibile retro. Con passo deciso, mi dirgo lì. A pochi metri da dove suppongo sia mia moglie, ma sono intercettato da dietro. Mi scusi signore, posso fare qualcosa per lei? Buongiorno ! La persona che mi ha quasi bloccato è un arabo di circa 30 anni sui 90 kg. Sembra sollevato dal fatto che mi ha impedito di spingere la porta. - Sì, vorrei vedere quello che ha nel magazzino qui dietro. Lì ci sarà qualcuno che mi pòtrà informare. - Lo stock non è aperto al pubblico, ma troverà campioni di tutti i nostri prodotti sugli scaffali. Se qualcosa le interessa, troverò la sua taglia per ... Lo guardo veramente male e lui mi dice:  ok entra ... La stanza è scarsamente illuminata. L'aria era carica di polvere e fa freddo... i vestiti sono ovunque, jeans, felpe, magliette. L'illuminazione sta gradualmente migliorando grazie alla mia vista che si abitua. La situazione purtroppo è esattamente quella che mi aspettavo. Di fronte a me, mia moglie. Il suo corpo morbido e lascivo che poggia su una pila di pantaloni piegati, i suoi due seni protesi verso il basso, la bocca aperta emette alcuni gemiti e gli occhi chiusi rivelano il suo piacere. I suoi capelli castano chiaro, la sua criniera selvaggia è trattenuta dalla mano del suo cavaliere. Si cavaliere ... un altro arabo-marocchino la sta cavalcando tenedo a brigia i suoi capelli ...E' grasso e sui 50 anni, ma con un bel fisico ancora da appalestrato. Con la mano destra, schiaffeggiava le natiche sollevate e arrossate di mia moglie che, con le sue grida punteggiava i suoi colpi e con i suoi fianchi  spinge contro il suo cazzo. Immaginavo il peggio e purtroppo avevo ragione ... ma chi ho sposato ? Mi avvicinai a quei due corpi nudi e sudati e solo il guardare lo spettacolo di quest'uomo che “indossava” mia moglie ho un’erezione dentro i pantaloni.
Lei : Oh! Hassan, Hassan e poi un forte grido tremante, stava raggiungendo l'orgasmo.
Lui:  Ah! Chienne (Cagna)! Dopo alcuni attimi da quell'unica parola, le crollò addosso come su un materasso. Si raddrizzò dopo un minuto e fece un passo indietro. Fece scivolare una mano tra le cosce di mia moglie ansimante, quindi ritirò la mano, la sollevò di fronte a sé per esporla alla luce artificiale. Brillava di sperma bagnato e misto.- Ecco. Questa è tua moglie! Mi disse sorridenso. La cagna teneva la testa bassa. Vuoi la storia ? E’ arrivata qualche giorno fa. Voleva comprare una felpa per suo marito. Ha colto l'occasione per provare alcuni jeans per lei e ha chiesto la mia opinione. Mi piacciono le 40enni italiane a cui piace urlare ... beh questo non lo sapevo all'inizio, ma l'ho scoperto rapidamente ... Comunque, gli ho fatto provare alcune cose, ho scherzato, gli ho offerto un caffè e un'ora dopo, stavo "ridendo" sopra di lei esattamente come hai appena visto. Questo è quello che volevi sapere, giusto? Mia moglie si era arresa a malapena in un'ora! Non l'aveva sedotta, l'aveva quasi direttamente scopata. Lì, in quel retro squallido di un negozio per arabi. Ero arrabbiato per quello che aveva fatto, ma in quindici anni di matrimonio, non mi ha mai fatto credere di essere una puttana, io stesso, dovetti fare un bel po' di sforzo per conquistarla. E in una settimana ora scopro che mii cornifica con il mio vicino e con questo marocchino ... Ma com’era possibile ? E, li desidera ardentemente ? Sono davvero così forti e maschi ? Lui: dato che sei solo uno stronzo, e sei venuto rompere i coglioni nel mio negozio, ti spiego ancora qualche altra cosa. Hai visto, la faccia di tua moglie quando lo ha preso molto in profondità. È stato così ogni giorno dall’inizio e poi rivolgendosi a mia moglie: ehi, puttana, spiega a tuo marito perché ti piace cosi’ tanto venire qui da me ... le avvolse le mani forti attorno alla vita e poi le schiaccio’ un capezzolo. Lei emise un piccolo grido e abbassò la testa. Le sue parole erano intervallate da singhiozzi. Caro é troppo bello! Non posso rifiutare, non ce la faccio è così bello! Ho orgasmi uno dietro l'altro! Poi quando sono sola e penso a lui, le mie cosce si aprono e mi inumidisco da sola. Lo adoro…Hai sentito tua moglie? Lei mi ama o meglio, lei ama il mio cazzo. Guarda !
Si era appena alzato. Finalmente vidi il suo cazzo ... la sua bestia che, sebbene morbida, offriva un'impressionante sensazione di potenza. A riposo il suo cazzo era più lungo e più spesso del il mio pene in erezione. Ora la bestia dava nuovamente segno di erezione... mia moglie che era ancora con la testa nei pantaloni e il il culo a pecora sollevato da un mucchio di vestiti. ho avuto il tempo di ammirare questo besta impressionante, perfettamente visibile anche se lui aveva una bella pancia. Mi rendevo conto che io, meno ben dotato, meno ben equipaggiato, cominciavo a temere di essere anche un amante di minor successo. Proprio ora avevo visto uno dei migliori orgasmi che mia moglie avesse mai  avuto. Stavo ribollendo di rabbia anche se ero pure eccitato. Lui ora cammina intorno al mucchio di biancheria. Si siede sul pavimento con le gambe tese e posa la testa di mia moglie sulle sue cosce. Poi le prende la mano e se la mette sul suo cazzo, e lei dopo un attimo lo prende in bocca..
Poi lui schiocca le dita, e mia moglie viene da me, mi afferra e apre la lampo, poi l'elastico dalle mie mutande e mi tira fuori il cazzo.
Lui: come volevasi dimostrare, non hai niente tra le gambe! Poi mia moglie torna dal cazzo del marocchino e lo ammira guardandomi. Era orgogliosa. Era davvero più lungo, più spesso del mio, oltre misura. Le labbra di mia moglie scorrevano sul grosso cazzo di Hassan. Fu con gusto che prese la sua cappella in bocca e tra le leccate e lo guardo’ negli occhi. La voce di lui: hai visto quanto mi ama ? Tua moglie non ti amerà mai più come prima ... Lo sai vero che la vita è una ompetizione, ci sono vincitori, ci sono perdenti ... ed é la sconfitta che vedo sul tuo viso, capisci? La devi accettare ora. Sentii la mano di Hassan accarezzarmi i capelli. Mi mise il cazzo davanti alla faccia, ... abbassai lo sguardo mentre lo accettavo in bocca. Il mio corpo era completamente rilassato. Mi ero arreso di fronte alle prove.Mi sentivo un codardo, un debole.  Lui mentre si faceva leccare e succhiare disse:  sai, non possiamo essere in due sulla stessa donna. Penso che sia meglio che abbia un solo uomo, è più sano. Non In questo momento penso che lei non abbia abbastanza controllo su se stessa per scegliere, Parlava con calma, dolcemente. Lo ascoltai e lo guardai tenendo la sua grossa cappella in bocca. Si inginocchiò, dopo aver allargato le mie gambe,  avvicinò al suo pene al mio. Era molto più spesso, era più lungo. Mi si strinse la gola... Lui: guarda. Vedi la differenza? Inoltre, tua moglie mi dice non riesci proprio a rimanere duro. Sono anche più virile, più forte. Posso proteggerla. Posso farla venire tutte le volte che vuole. E, .... ho pure più soldi di te. Lui aveva ragione. Disse a mia moglie: vieni qui, tesoro. Le fece vedere  i nostri due sessi, le vidi la fica arrossata da una cavalcata terrificante, guidata da uno stallone virile, aperta per far uscire sul pavimento un'ondata di denso sperma che io non avrei potuto darle. - Ecco. Sono più un uomo di te. Capisci ? Mise una mano nella figa di mia moglie e fece lentamente muovere le dita lì. Lei chiuse gli occhi. Poi li tolse, luccicando con la sua crema densa. Li mise di fronte a entrambi e ammirò il suo lavoro.  Guarda… aveva letteralmente riempito mia moglie, facendole dimenticare il mio cazzo. Le aveva fatto fare quello che voleva, oramai era una cagna obbediente. Suo marito (io) non era in grado di proteggerla. Suo marito stava guardado il suo amante con le dita tra le sua labbra,  tra le sue cosce, ammirando lo sperma di un altro uomo che gli stava insegnando la virilità.E, la lezione non era finita. Lui diresse lentamente le sue dita verso la mia bocca semiaperta e me le diede da succhiare. Stavo assaggiando lo sperma di un altro appena uscito dalla figa di mia moglie, e non solo non era il mio, era dell'uomo che aveva conquistato mia moglie e, incredibilmente, non stavo facendo nulla. Sono stato umiliato perché ero diventato incapace di reagire. Mi ero arreso. Le sue dita arrivarono e andarono sulla mia lingua, sopra, ai lati, sotto. Quindi ripose la sua mano nella vagina di mia... "sua moglie", ritirò delle altre gocciolone di sborra e tornò alla mia bocca. Hassan il  marocchino si alzò. Avevo il suo cazzo duro davanti a me. Mi spavento, mi ha afferra testa con le due mani forti e improvvisamente affonda il suo potere virile nella mia gola. Improvvisamente prende possesso della mia bocca! Un uomo mi stava usando per glorificare il suo cazzo! Non volevo lasciarmi fare ma, ma mi ritrovai di nuovo impotente di fronte alla sua forza. Inizio’ un lungo e potente avanti e indietro. ... Mi sottomisi alla sua legge. Dai, succhia cagna gay, succhia ... Cosa, non sei felice? Si fermò rapidamente e si ritirò.  Ti stai lamentando? Di che ti lamenti? Non ti ho ancora scopato, ma ho scopato tua moglie, quindi vedrai che cos'è un uomo ... Mi aveva umiliato. Mi ha preso mia moglie. A dimostrato la mia inferiorità e ora lo succhiavo diligentemente davanti a mia moglie sporca e piena di sperma. In tutti questi momenti lei aveva solo ubbidito senza fiatare ... Avevo ingoiato il glande. Mi mise la mano destra sulla testa e mi disse di stare attento con i denti. Gli ho obbedito. Non potrei mai più guardarmi allo specchio senza ricordare quella scena!  Ah ... cagna Gay, leccami le palle! E leccami il culo! Ho obbedito. Misi la testa tra le sue due imponenti cosce e mi voltai per mettere la lingua sotto le sue borse. Ho reso omaggio alla sua capacità riproduttiva altrettanto ben dotata e ho assaggiato il gusto un po' rancido dei suoi testicoli. Erano già bagnati dal mio primo pompino. Mi sentii abbassare la schiena sotto il peso del suo stomaco. Il mio viso è collassato tra le sue cosce, le sue palle e il suo cazzo, mi sono abbassato sotto il suo peso e il mio culo si è aperto separando al massimo i glutei, dandogli l'ingresso reale al mio piccolo buco che ha iniziato a accarezzare. Stavo lottando. Incapace di respirare, ho smesso di resistere e Improvvisamente, la mia testa ha trovato aria. Era appena passata tra le sue cosce. Feci dei respiri profondi, il mio corpo abbandonato ad Hassan.- Vedrai, saro' gentile. Non ti farò del male. Voglio farti del bene. Posso fare molto bene, lo sai. Ma so che non è facile, quindi troverò qualcosa da fare cosi' non ci pensi  (l'avete capito hassan voleva sverginarmi,  ma peccato per lui, perchè il mio culo era già ben aperto dal mio vicino di casa). Prese mia moglie e la fece sedere sul mio petto, a pochi centimetri dalla mia bocca. Mentre sollevava le gambe inerte, le ordinò di portarmi la sua figa fradicia in bocca. Ho potuto toccare mia moglie perché le aveva ordinato di donarsi, ho assaggiato il suo succo e i resti della sua sborrata. Provavo vergogna per noi due ... il suo odore di moglie pudica e il suo odore di TROIA mischiato con la sborra del suo padrone arabo... È stato amaro e forte... mia moglie sorrideva ma non fiatava, era soggiogata da lui ma anche impaurita che Hassan osasse sempre di più ... magari dandola ai suoi amici o magari ricattandola e obbligandola a prostituirsi per lui ... ma non eravamo ancoa a questi punti ... per il momento ci dominava entrambi e basta ! Lui mi mette il sedere in faccia. E, mi grida : leccami il culo tu ! Gli ho leccato subito il suo ano, senza disgusto ma con avididità. Il sapore di culo mi eccitava ancora di più. Appena mi sono messo a leccarlo, lui a sua volta ha cominciato con il mio buco del culo. Mi penetrava con un dito. Si stava prendendo tutto il suo tempo. Il mio cazzo era in tiro, ma non potevo occuparmene. Invece, emisi gemiti lamentosi, allargando le gambe.  Le due dita dentro e quando mi rilassai un po', aggiunse un terzo dito.Con le sue due dita, iniziò a massaggiarmi dentro. Stavo godendo. Con l'altra mano accarezzò "la sua prima moglie" (Anna), si prese cura dei suoi capezzoli, le passò le dita in bocca e sotto il naso per farle sentire l'odore del suo maritino cornuto e finocchio e poi l'abbassò per farle assaggiare la sua verga. Lei si era chinata ad annusarlo e io mi abbassai per ripulire la sua sborra quasi secca dai peli. Ci abbassammo entrambi per lui. Quest'uomo mi stava facendo impazzire, aveva un enorme talento nel trattare con le donne... e con i loro mariti. Una carezza dalle dita di Hassan, che correva su e giù nel mio retto, fece svanire il pensiero. Gemetti. Durante questo periodo, la mia lingua affondò sempre più a fondo, e la mia faccia sempre più sbavata dei suoi umori di culo. Visitai la sua privacy più profondamente. All'improvviso le sue dita smisero di muoversi. Le ritirò. Avevo brutalmente freddo e sentii un vuoto profondo e delusione. Si alzò in piedi. Lo guardai con occhi supplicanti. Come una comune porca, mi toccai i capezzoli, mi sfiorai il cazzo che ora non mi interessava più. Lo volevo nel culo. Ho visto il suo cazzo virile e imponente, dotato di tutti i diritti, la sua pancia prominente che mi ha dominato, le sue cosce potenti e pelose. Mi stava guardando da tutta la sua altezza. Mi mise un piede sulla bocca. Con gusto, in totale sottomissione, passai la lingua tra le dita del suo piede, gemendo. Mi passai le mani lascivamente tra le cosce sollevate e avvicinai le dita al mio buco. L'ho trovai morbido, umido e caldo. Lui camminò senza dire una parola dove c’era mia moglie. La guardò imperiale, sprezzante. e le disse : cagna cornuta ! Anche tu sei cornuta ora ... il finocchio di tuo marito ti sta facendo lecorna ! Poi mi getto' sul mucchio di biancheria: ha capito chi ero, in fondo. Ho dato un piccolo grido di sorpresa. I miei glutei erano sollevati e la mia faccia a livello del pavimento. Girando leggermente la testa, lo vidi inginocchiarsi, le sue gambe circondavano le mie e il suo pene sporgeva dalla mia linea. Mi ha schiaffeggiato forte sul gluteo. Allarga il culo, cagna gay!  Ancora una volta, l'ho fatto. Abbassai lo sguardo, rosso per la vergogna. Hassan mi avrebbe trattato come una femmina. E stavo solo aspettando quello. Lui aveva ragione. Ero bagnato. Ero una cagna per lui. Hassan stava ridendo. Mi ha fatto leccare le dita con cui mi aveva inculato e mi ha riso: - Quindi, è questo il marito che voleva beccare la moglie a letto con un altro ? È ora é un sottomesso, abbassa gli occhi! Non sei geloso perché tua moglie ti tradisce? Sei geloso perché volevi assaggiarlo anche tu! Ah, il cazzo arabo è buono, eh? Lo vuoi nel tuo culo, proprio ora? Allora chi è l'uomo? Non ne potevo più. Sono stato umiliato come mai prima, mi ha preso mia moglie, il mio ​​onore, e ora voleva che diventassi anchio la sua femmina. Il mio ano si apriva e si chiudeva alternativamente. Era diventato vivo. Aveva fame. Il suo enorme cazzo è scivolato nella mia figa-anale già bagnata. Allora chi è l'uomo qui? Risposdi! Sei tu, oh sì sei tu, sì ... La mia voce morente esprimeva tanto la mia sconfitta, la mia sottomissione quanto il mio desiderio. - Vai avanti, voglio sentirti implorare ...Non lo sopporto più. Mia moglie si era avvicinata alla mia bocca per sentirmi bene, io l'ho supplicato con il culo aperto. - Oh prendimi, prendimi, vai avanti, voglio il tuo grosso cazzo, voglio che mi rovini! Mi hai fatto venire con le dita, prendimi! Farò tutto quello che vuoi, ti leccherò i piedi, ti succherò il cazzo ma per favore SCOPAMI! Mia moglie si toccava la figa si prese le tette e mi diede un capezzolo da succhiare, il suo sguardo si tuffò nel mio. - Spiega perché sono io a fotterti, perché sono io a fottere tua moglie, e non viceversa, cornuto italiano. Stavo letteralmente gocciolando. Gli avrei detto qualsiasi cosa. Perché sei troppo forte, perché hai un grosso cazzo, perché sei così bravo! Tu sei un uomo ! Un uomo ! Non posso competere con te, sei troppo forte e troppo virile! Dammi il cazzo Ti supplico, metti il ​​tuo cazzo dentro di me ...Inizio a penetrarmi con il ritmo delle mie suppliche sbattendomi fino ai glutei. Il piacere era immenso, sentivo bene lo scalino che faceva il suo glande quendo entrava ed usciva, non potei fare altro che aspettare la sua monta come una concubina gettata inerme su un mucchio di biancheria. Dopo un po' mi accarezzò lentamente la schiena, parlandomi piano. Calma, calma, rilassati, starai bene, mi prenderò cura di te, vai. Ecco, mangia questo! Mi presento' le sue dita da succhiare. Mia moglie riprese il suo posto di osservazione. Dopo alcuni istanti, ho iniziai a rilassarmi. Lo sentì e iniziò a tirare delicatamente indietro il suo cazzo, prima di spingerlo di nuovo dentro di me con forza ma senza veemenza. Mi sentii invaso. Avevo qualcosa di caldo, vibrante e potente che afferrava le mie fondamenta. Mani rassicuranti mi tenevano per i fianchi. Un uomo si stava prendendo cura di me. Ci vollero alcuni istanti per accarezzarmi il collo o accarezzarmi i fianchi. Ha munto il mio seno per alcuni minuti. Il mio respiro stava tornando. Stava diventando caldo e profondo ... Stavo sospirando presto. Quando entrò, mi sentii pieno. Stavo bene ... Quando si uscii mi sentii vuoto ... avrei voluto che tornasse dentro. Ma è stata la lenta carezza della sua virilità nella mia umidità a darmi il massimo piacere. Stavo iniziando a sentire qualcosa nelle mie palle. Una specie di elettricità transitoria. All'improvviso, in un gemito, lui si immerse completamente in me, attirandomi a sé. - Ecco qua, è mio! I suoi pesanti testicoli coprivano il mio, più modesto. Il suo bacino attaccato al mio testimoniava il suo dominio su di me. Il suo ventre peloso che ora mi schiacciava i reni, le gambe che controllavano le mie, le sue grandi mani che gli permettevo di mettermi addosso, mi assicuravano la presenza di un uomo che faceva quello che ogni uomo dovrebbe fare: usare la sua superiorità . Prese la lunghezza del suo cazzo e lo immerse con vigore e determinazione nel mio buco. Mi stava impalando con il suo cazzo. Ha gradualmente accelerato il movimento e ho iniziato ad aumentare il mio piacere. "Ah, dannazione, ti piace eh? Lo vedi Anna ? Guarda tuo marito, guarda come gli piace prendere il mio cazzo ... " Mia moglie continuava a masturbarsi con la sua vagina fradicia. Hassan andava su e giù sempre più veloce, ed era proprio lui a trattenere il mio corpo con le sue mani e le sue braccia forti. Si sentiva un rumore di risucchio, tra il suo pube, le sue palle e il mio culo. Il mio sedere completamente sbattuto. Ero cosi' tanto bagnato che il suo cazzo uscii completamente dal mio culo più di una volta. Ma ritrovava la strada altrettanto naturalmente.  Arrivai al punto in cui urlando, con la faccia in su, gli occhi chiusi sborrai su dei vestiti ...Il piacere mi aveva letteralmente invaso; mia moglie prima aveva ragione quando mi parlo' di come Hassan la soggiogava, la scopava. Anche a me era piaciuto. Mi è piaciuto il modo in cui mi aveva cavalcato. Mi piaceva sentirlo entrare, uscire, prendere possesso di me. Mi piaceva essere sottomesso al suo cazzo, più grande del mio. E mi piaceva essere sporcato davanti a mia moglie, anche a me piaceva tutto di Hassan. Ho sentito qualcosa salire nel mio stomaco, raggiungere il mio cervello ed esplodere in tutto il luogo allo stesso tempo. Per la prima volta nella mia vita, ho avuto un orgasmo urlato di felicità, la mia sborra riversata sotto il dominio di Hassan, a cui il mio ano lamentoso rivelava l'estensione del suo talento. - Ah, ah grande cornuto!  Ti piace il cazzo di Hassan vero ? Hassan nel tuo culo sporco di merda ! Ti fa venire eh! Lui era beato nella sua potenza di maschio arabo ... Rivedo la scena : Ho visto mia moglie senza fiato nel vedermi sottomesso al suo cazzo. Lui sempre più veloce mi ha pompato e all'improvviso è rimasto bloccato, fermo nel mio culo. “aaaaaaaaaHHH! Il suo lungo grido di piacere riecheggiò nella stanza e sentii i suoi lunghi getti di sperma cremoso ridipingermi il culo. Si era schiacciato con forza, ma alla fine si era rilassato. Ha fatto uscire quella parola, "chienne", prima di crollare sulla mia schiena. Ma avevo ancora il suo grosso cazzo nel culo e stavo assaporandolo. Ma il mio nuovo padrone non si alzò. Mia moglie mi disse di rimanere lì fermo fino a quando non si fosse svegliato, quindi stava dormendo ? Ho aspettato saggiamente che il mio uomo si alzasse, mentre mia moglie raccolse i nostri vestiti e le nostre cose e fece il caffè. Ho sentito un respiro stanco nell'orecchio, e dopo un quarto d'ora sbadiglio' dicendo "Cagna". Hassan si alzò in piedi, appoggiandosi alla mia testa che si immerse nei jeans. Ora pulisci con la lingua. E fai attenzione ai denti! Cadendo in ginocchio, iniziai immediatamente a catturare il suo membro in bocca, commosso tanto dalla paura quanto dalla gratitudine. Stavo leccando dappertutto e con gusto. Sì, ho adorato il cazzo di Hassan per minuti. Il suo seme aveva un sapore più forte di quanto mi aspettassi mentre mi prendevo anche cura  della figa di mia moglie, pulivo, leccavo, succhiavo tutto e godevo ... un forte odore di culo e un gusto che immaginavo provenisse dal mio sedere. Pulivo con la mia lingua e ingoiavo tutto. Lui: Spostati dai jeans che il tuo culo sta gocciolando! Mi spinse di nuovo sul pavimento. Io mi misi una mano a coppa sotto il culo, mi tappavo il buco del culo ... la sborra calda colava nella mano. E poi cominciai a masturbarmi con la stessa che aveva raccolto lo sperma. Mi sporcavo ancora di più ... sempre di più ... ero perfino zozzo nel cervello orami. Lui: succhia e lava di più Femmina! Per quanto sorprendente possa sembrare, stava ancora guadagnando forza. Allora per farlo indurire meglio ho fatto dei giri con la lingua intorno al suo cazzo, come faceva mia moglie con me. Mentre lo facevo ci siamo guardati con Anna e lei mi invio' un sorriso con il suo sguardo da puttana sfinita ma appagata. Lui:  Stai cercando di provocarmi, cagna Gay?  La vuoi ancora, eh? Lo vuoi nel tuo grosso culo bianco? Mia moglie era appena tornata con il caffé.Anna: Hassan è insaziabile! Il lunedì ha il negozio chiuso e il suo cazzo lo dedica a me... lunedi scorso mi ha riempita ben quattro volte. Per non parlare di quando vengo qui a mezzogiorno in pausa pranzo ... é molto meglio che andare al ristorante con te... una volta si é addormentato su di me per un'ora ma il suo cazzo lavorava ... o come lavorava nella mia figa ... Lui la interrompe e : ascolta cornuto, Ora il capo sono io. Ora, tua moglie, la dimentichi! Non la tocchi più, altrimenti ti rovino: guarda, le vedi quelle due telecamere proprio qui sopra... Ora sono io quello che le fa l'amore ... quello che la cavalca. E sono anche quello che ti incula ! Quando vorro' le diro' di portarti con lei agli appuntamenti ... qui da me si gioca sempre ... So che non ti lamenterai, ti piace vedere la tua puttana posseduta e sfatta e ti piace diventare la femmina dell' arabo ... un giorno ti metterai il burka e ti inculero' in negozio... non nel retro. Vedendo che aveva ragione, gemetti il ​​mio consenso. Eravamo diventati la sua coppia di mogli preferita... Ci vestimmo tranquillamente in silenzio, lui ci concedo' con "siete veramente du porche ... ma ora ricorda: tua moglie è solo mia ! Se scopro che l'hai toccata, invio la registrazione video di oggi al tuo ufficio ... cosi' tutti vedranno che bel manager che sei ... un culo rotto, sottomesso e cornuto! Uscimmo e lei con la sua auto mi riaccompagno' davanti al mio ufficio non parlammo restammo con lo sguardo dritto davanti a noi, un po' perso nel vuoto... quante cose abbiamo scoperto oggi pomeriggio di noi ... Cose che se mal gestite potrebbero annientare il nostro matrimonio e la nostra vita ... in che guaio ci siamo cacciati per delle storie di culo ... 'Histoires de cul"  Scendendo dall'auto le dissi : stassera bisognerà parlarne ... e, già che ci siamo, ti parlero' anche del nostro vicino. Quello a cui metti i peli della tua figa in faccia ... quello che ti scopa sulla seconda rampa dello scalone... quello a cui dici cose che al marito non ti va di chiedere ... quello che ti avrebbe sborrato sulla pancia abbronzata già al vostro primo approccio ... quello che ti ammira dal mio letto con il suo cazzo in mano mentre ti prepari per uscire, mentre ti trucchi bella nuda davanti a lui come se foste una coppia sposata ...  quello a cui hai chiesto ridendo di sposarlo perchè con il suo cazzo ti soffoca la figa cosi' bene ... Lei mi guardo' con gli occhi tra il terrorizzato e il perso, occhi colpevoli. Ma era troppo stanca a causa del  il pomeriggio rovente di cazzo "full-time" per potermi rispondere, per sapere di più o inventarsi qualche scusa... riparti lentamente ... Nel giro di qualche ora suo marito aveva scoperto le sue tresche, aveva scoperto che puttana aveva sposato e lei aveva scoperto che il marito era bisessuale, finocchio, cornuto e contento, isomma: un pervertito molto bisessuale ... e non era finita, la sera stessa avrebbe scoperto che il marito si faceva inculare anche dal suo primo amante, il vicino ... vicino, anche lui perverso che si lasciava la sborra di lei nei peli del pube e poi si faceva spompinare da me per godere cerebralmente di questa cosa ... La sola differenza era che il vicino me lo scopai io per primo ... La storia è vera ... per noi super eccitente, ma in questo momento sono preoccupato per la piega che sta prendendo il nostro matrimonio. Appena arrivato in ufficio mandai un sms al mio amico vicino di casa : < Ciao, beccato mia moglie con un altro cazzo in figa >  <un cazzo arabo>  <purtroppo invece di prenderla a ceffoni ho subito la loro tresca fino al punto di farmi inculare sotto i suoi occhi, sto perdendo mia moglie>. <In auto gli ho schifato in faccia la vostra tresca dicendo che è un bastarda puttana> <aspettati una telefonata o un messaggio da parte sua> Credo che oggi abbiamo entrambi esagerato,  soprattutto lei che vede da una settimana questo arabo e si fa scopare al mattino da te, al pomeriggio da lui e qualche notte da me> ... <credo tu sia passato al secondo posto nella sua figa e nel suo cervello ...> <questa sera ne parlo con lei e poi vorrei poterti parlare seriamente del da farsi ... e poi magari parlarne in tre ... ciao>  .... messaggio inviato.Arrivai a casa verso le 20h00 e vidi dell'animazione in giardino ... c'era il tavolo sulla terrazza apparecchiato  per 4 parsone, mentre un po' più lontano nell'erba c'erano alcune poltroncine con tre persone che stavano sorseggiando un aperitivo e chiacchieravano in relax. Immaginate chi ? si ! mia moglie, la moglie del vicino e il mio vicino che vedendomi da lontano mi si avicino' prontamente. Che fate ? dissi io ...lui: dopo tutto quello che è successo oggi ho pensato di invitarvi da noi, ma tua moglie ha insistito perchè fossimo noi a venire a cena da voi, una cena informale per prendere un po' di distanze da quello che sta succedendo e che ci sta scappando di mano ... Io: Sei impazzito ? E tua moglie ? Lo sai che se il discorso parte per la tangente tua moglie saprà tutto ? ... lui: non me ne frega nulla !Io: ma come ?  Lui: Mia moglie ha una relazione con un suo collega dottore e un mese fa ha chiesto il divorzio ... vuole andare a vivere con lui ... a 60 anni. Io : cazzo mi spiace e tu invece di salvare il tuo matrimonio, stai cercando di mandare a gambe all'aria il mio ... no, scusa ho detto una cosa non giusta, ma il termine "a gambe all'aria" ci sta tutto heheheh Lui: si ridi ridi ... ops mi è venuta un' idea : quanti anni ha il dottore ? è un bell'uomo ? ... e se gli facessimo odorare la figa di mia moglie ? ... se lui cade nella trappola tu potresti recuperare tua moglie ...     seguirà ... 

Post New Comment

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e analizzare il nostro traffico. Si prega di decidere se si è disposti ad accettare i cookie dal nostro sito Web.