Una esperienza gay trasformante

Una Esperienza Trasformante

Buongiorno mi chiamo Paolo

Voglio raccontarvi un episodio particolare che mi è successo qualche mese fa.

Ho accettato un lavoro nel week end come dog sitter per amici, che hanno un bellissimo cane nero di razza

pitbull, Bill, taglia grande, che a vederlo fa impressione, mascella grande, occhi cattivi, ma che in realtà è un bonaccione.

Ho già fatto piu’ volte l’assistenza di alcune ore a Bill, ma era la prima volta che lo portavo da me per un intero week end. Ebbene non mi scorderò mai quel week.

Tutto nasce nel pomeriggio, quando dopo aver dato da cena a Bill, sono andato a fare una doccia.

Racconterò al tempo presente, in modo da rendere piu’ accattivante la storia.

---------------------------------------

Esco dalla doccia con l’accappatoio e mi siedo sul letto, per fare una telefonata.

Naturalmente Bill arriva e ha comincia a leccarmi un ginocchio, cosa che faceva spesso, evidentemente il sapore del bagnoschiuma gli piace particolarmente.

Sono seduto sul letto e mi allungo per prendere il telefono e con questo movimento l’accappatoio si apre  lasciando scoperti i miei genitali.

Non so come mai ma mentre gli dico di smettere di leccare il ginocchio, comincia a leccarmi l’interno della coscia e poi comincia a leccarmi la base dello scroto, una zona sensibilissima.

Rimango un attimo come bloccato in quanto non capisco che cosa sta succedendo e perchè, ma la lingua di Bill, calda, ruvida, bagnata, piena di saliva, mi fa provare una sensazione indefinibile, ma piacevole.

Cerco di spostargli la testa, ma il sapore del mio scroto deve piacergli molto perché continua a slinguare dalla base dello scroto fino alla base del mio membro che si sta irrigidendo.

Aspetto indeciso forse un attimo di troppo e ora sono eccitato.

Il cazzo si è indurito, la cappella si è scoperta e Bill continua a leccare un po’ le palle poi sale a leccare l’asta e poi sale a leccare la cappella che sta diventando livida e gonfia.

Nessuna donna mi aveva mai fatto un bocchino così invitante.

Ad un certo punto Bill apre la bocca e ho preso un enorme spavento vedendo i suoi canini giganteschi e la bocca bavosa spalancata e ho pensato: ecco adesso me lo morde!

Invece richiude lentamente la bocca sul mio cazzo, che è rimasto imprigionato tra il suo palato e la sua enorme lingua, che continua a muoversi sotto il mio cazzo come se lo volesse ingoiare. La sua lingua è morbidissima e bagnata e lui continua a leccare anche a bocca chiusa, la sua mandibola appoggiata alle mie palle e il naso appoggiato alla mia pancia con tutto il mio cazzo dentro in bocca fino alla gola.

Non so quanti minuti sono passati, ma sento la cappella enorme, gonfia, pulsante e ad un certo punto esplode, inondando la gola di Bill di sborra.

Io mi lascio andare all’indietro con la schiena e sono sdraiato sul letto a gambe aperte mentre Bill sfila il mio cazzo dalla sua gola  e riprende leccarlo, pulendo la cappella dalla sborra e leccando il mare di sborra che sto schizzando sulla mia pancia perché il mio cazzo continua a schizzare come se non debba mai finire.

Bill continua a leccare, leccare, leccare e intanto si avvicina al letto con il bacino e appoggia le sue zampe anteriori sul al letto, come se stesse pensando di penetrarmi.

Io sono stravolto sul letto dopo avere appena goduto e comincio a sentire che Bill sta “spennellando” le mie natiche con il suo sesso… non capisco esattamente cosa stia facendo, ma sento una punta molle, calda, morbida e umida che tamburella sulla mia natiche e mi sta bagnando tutto il sedere e schizza anche sul mio cazzo, finalmente ammosciato dopo la gigantesca sborrata.

Ora Bill diventa via via più preciso, muove il bacino avanti ed indietro e spinge il suo sesso tra le mie natiche, cercando un qualcosa da penetrare.

Sento la punta di quello che immagino sia il suo pene, che mi struscia contro l’ano e me lo sta bagnando tutto mentre Bill comincia a fare il movimento col bacino come quando si scopa, avanti e indietro, ma la punta del suo pene ballonzola ancora bagnando dappertutto il mio sedere, le mie gambe.

Poi ad un tratto sento una cosa caldissima, umida e scivolosa insinuarsi contro il mio ano e cominciare ad entrare un centimetro dentro e poi fuori, due centimetri dentro e poi fuori, fino a quando Bill da un colpo di reni forte e quel pennello rosso caldo e morbido si fa strada nel mio ano.

In quel momento Bill comincia a scoparmi velocissimo, come un forsennato dentro e fuori, avanti e indietro e ogni volta lo spinge dentro un po’ piu’ forte… è morbido, caldo, scivoloso e non ha fatto fatica ad entrare, ma od ogni spinta successiva sembra che il suo pene diventi piu’ lungo e piu’ grosso e prenda consistenza, mi sta piacendo, il mio ano si sta dilatando piano piano e immagino che prima o poi finirà e scenderà dal letto.

Invece, dopo nemmeno un minuto, qualcosa si gonfia dentro il mio ano, si espande, si ingrandisce, si gonfia ancora di più e ho la sensazione che il mio ano sia pieno come non mai.

E’ una sensazione mista tra dolore e piacere e Bill continua e spingere avanti e indietro, ma ormai il suo cazzo è fortemente bloccato nel mio ano e Bill finalmente smette di spingere e si ferma.

Si sente solo il suo ansimare, siamo bloccati con il suo cazzo gonfio dentro il mio ano che continua ancora a crescere nel mio culo e io sento il suo pene enorme sballonzolare contro le pareti del mio intestino mentre pulsa schizzando sperma!!

Niente a che fare con il pennellino rosso di pochi minuto prima: ora è un cazzo mostruosamente grande con una palla gigantesca che mi allarga l’ano e mi tiene bloccato a lui.

Sento il suo sperma bollente uscire a fiotti dal suo enorme cazzo e scorrere nel mio culo, sento lo sperma muoversi dentro di me e occupare il mio intestino e riempirlo sempre di piu’.

Non so quanti minuti siamo rimasti  immobili con il suo cazzo dentro che mi ha spruzzato litri di sborra!!

Probabilmente 20 minuti e BILL ha continuato a sborrare ininterrottamente per tutto questo tempo.

Mi sento come drogato e forse per il culo pieno, per la sborra che sento scrosciare, per la panca di Bill che mi preme e si struscia sul mio cazzo, il mio cazzo era di nuovo durissimo e non ho potuto resistere!

L’Ho preso in mano e ho cominciato a menarlo.

Ho solo il desiderio di sborrare ancora come non mai e sto letteralmente impazzendo di piacere.

Il mio cervello non desidera altro che godere e godere e godere.

Ad un certo punto sborro di nuovo sulla mia pancia e mentre godo, il mio ano pulsa e strizza forte il bulbo enorme di Bill e in questo modo spreme altra sborra dentro al mio culo, con schizzi di sborra calda , potentissimi.

Poi forse a causa del mio ano che lo ha strizzato e spremuto, il bulbo del cazzo di Bill comincia ad essere meno rigido e Bill comincia a tirare un pò indietro per estrarlo!!

E’ come se mi stesse estraendo un melone dal culo, per fortuna lubrificato da litri della sua sborra.

Piacere e dolore, probabilmente il mio ano è lacerato, perché sento un forte bruciore.

Poi un po’ alla volta il cazzo di Bill si sfila dal mio culo e dal mio ano , come un vulcano che erutta, comincia ad uscire tutto lo sperma che Bill gli aveva riversato, come se fosse stato un enorme clistere di sborra calda.

Il pavimento della stanza continua ad inondarsi dello sperma che continua ad uscire dal mio ano, fortemente dilatato.

Allora Bill si sposta e comincia a leccare il mio ano e a bere lo sperma, ma non per ripulirmi!!

Il suo istinto è quello di usare la lingua per fare in modo che il mio ano si richiuda in modo che lo sperma resti all’interno per produrre una gravidanza nel caso che io fossi stato una femmina.

E così comincia a fare, leccandomi il mio buco dilatato cerca di fare rilassare i muscoli del mio ano che a poco a poco si richiudono e mantengono all’interno una grande quantità di sperma, che uscirà poi un po’ alla volta nelle ore seguenti!!

Una volta asciugato il suo sperma dal mio ano, risale con la testa e viene a ripulire il mio cazzo e la pancia dalla mia sborra e ricomincia di nuovo a leccarmi dall’ano, alle palle, alla cappella, poi asciuga la pancia con la lingua e poi di nuovo e poi di nuovo e poi di nuovo!!

Mentre mi lecca la cappella il mio ano pulsa e lo sperma schizza fuori da un ano ancora fortemente dilatato.

Ma la lingua di Bill è irresistibile e il mio cazzo è di nuovo duro!

Bill è come se ne fosse consapevole e comincia a strusciare la sua lingua sulla punta della mia cappella!!

Il mio cazzo è sempre piu’ duro, la cappella enorme, livida, come un enorme fungo, struscia sulla mia pancia e la lingua di Bill la continua a leccare inondandola di saliva con la sua lingua bollente.

Cerco di tirarlo verso di me per farlo desistere, ma sono troppo eccitato: mi avvicino con la faccia e mi faccio leccare le labbra, le nostre lingue si toccano, succhio la saliva dalla sua lingua, metto la mia bocca aperta vicino a lui per farmi sbavare in bocca, ma lui forse capendo la mia eccitazione torna a leccarmi il cazzo e mentre io ho la bocca piena della sua bava e assaporo il suo sapore, SBORRO come un pazzo per la terza volta svuotandomi completamente le palle, con schizzi forti e copiosi.

Ahhhh siiiiii, sborro per la terza volta e mentre sto sborrando, gli prendo la testa tra le mani e me la spingo sul cazzo e voglio che continui a leccarmi e ripulirmi con la bocca, perché in questo momento vorrei continuare a sborrare e a farmi inculare fino allo svenimento!!

Nonostante sia ubriaco di piacere, con uno sforzo notevole cerco di spingerlo via e posso vedere il suo cazzo mostruoso che è ancora gonfio in modo incredibile.

Ecco cosa vuol, dire cani di grande taglia! E’ riferito al loro cazzo !!

Non so resistere, sono ancora troppo eccitato!!! Lo tiro verso di me, prendo in mano il suo cazzone per il bulbo e me lo infilo tutto in gola!

Lui sta ancora schizzando piccoli fiotti di sperma e sento il sapore dolce del suo sperma nella bocca.

Allora, pazzo e drogato di piacere cerco di ingoiarne il piu’ possibile e succhio forte dal buchino del suo uretere come se fosse una mammella!!

Ad un certo punto ho la sensazione che a forza di ingoiare, il mio stomaco sia pieno dello sperma di Bill ma cio’ nonostante continuo a bere e a succhiare fino a quando non sento alcuni conati di vomito: sto facendo indigestione del suo sperma.

Per fortuna, finalmente il suo cazzo smette di spruzzare e comincia a rimpicciolirsi e a questo punto Bill si stende a terra, si da una leccatina al cazzo che intanto era rientrato nella sua guaina e poi si stende a terra immobile, come morto.

Io lo guardo mentre assaporo ancora il suo sperma in bocca e sento lo sperma gocciolare fuori da mio culo.

Mentre il mio cazzo sta diventando di nuovo duro penso: forse è meglio che mi faccia una doccia fredda.

Si decisamente mi serve una doccia.

Ciao e benvenuto, grazie per il tuo racconto, molto gradito! Aspetto con interesse le tue descrizioni che storicamente dovrebbero rappresentare un periodo esplosivo per la libertà sessuale in Italia. Ti preghiamo solo di arricchire, la prossima volta la tua storia con una immagine di copertina a tuo piacere. E' brutto vedere in prima pagina una storia identificata da uno scialbo quadrato grigio, non trovi? --------------ovviamente generica e non di zoofilia!
Ciao Giovanna, grazie
Perfetto, grazie a te.

Post New Comment

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e analizzare il nostro traffico. Si prega di decidere se si è disposti ad accettare i cookie dal nostro sito Web.