Sacrifico il culo a mio marito 1

  • Scritto da italsex il 27/04/2022 - 06:05
  • 2.4K Letture

Da AmaPorn una gradevole serie di racconti dell'autore @ricciolina Titolo originale: QUANDO HO DATO IL CULO A MIO MARITO - 1

Era l'estate di tandi anni fa Marcello aveva avuta la certezza di non partire militare, stavamo assieme da più di un'anno, ero sedicenne, e dalle semplici pomiciate eravamo passati a un po di drusciate, lui si dedicava più che mai al culo. Devo dire la cosa non mi dispiaceva. Assieme ai miei famigliari siamo partiti per il mare in una casa in affitto, delle volte siamo rimasti soli in casa per brevi periodi un giorno mi ha tirato giu il costumi e preso a baciarmi fica cosce poi mi ha fatta girare e anche il culo, che senzazione quando mi ha allargate le chiappe. Un'altro giorno mi ha fatta stendere girata bocconi e anche allora tolti gli slip del costume a preso a baciarmi e allargatomi il culo ad accarezzarmi il buchetto.

  • Tamara che culo che hai. Mi ha detto poi ha cominciato a spingermi piano piano un dito insalivato dentro poi a muoverlo su e giu. Devo dire la cosa un poco mi piaceva.

  • Ti faccio male? Vorrei tanto incularti con un'altra cosa.

  • No però fai piano e per ora solo con il dito.

Siamo andati avanti per un poco e la cosa mi piaceva, mi ricordava quando da bambina con le mie amiche giocavamo al dottore a me piaceva fare l'ammalata.

La sera eravamo ha passeggio, ricordo in pantaloncini, e mi ha portata in spiaggia vi erano delle gabine abbandonate mi a portata dentro una di esse, ha preo a baciarmi e mi ha calati i pantaloncini e gli slip mi ha girata con le mani mi stingeva i seni baciandomi il collo, pure lui si è calati pantaloncini e slip aveva il cazzo duro come il marmo ma caldissimo, con le dita mi ha aperto le chiappe.

  • No dai cosa mi fai. Ho detto io.

  • Stai ferma non lo spingo dentro mi farei male per te e per me non è lubrificato.

Ha preso e ha appoggiata la cappella al mio buco ha preso ha rotearmi il culo, sentivo la sua cappella calda appoggiata al mio buco e il resto molto turgido, la cosa mi piaceva era una bella sensazione, oltretutto ero molto innammorata di lui.

La cosa è durata un bel pò, poi mi sono sentita riempire di calore lo spacco delle natiche e anche un poco l'esterno del buchetto, ci siamo ricomposti e abbiamo continuata la nostra passeggiata, devo dire che ero contenta di quello che avevamo fatto e incuriosita per quello che si sarebbe fatto.

Il resto lo racconterò

TAMARA

Post New Comment

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e analizzare il nostro traffico. Si prega di decidere se si è disposti ad accettare i cookie dal nostro sito Web.