Maria, una milf a sorpresa

  • Scritto da Giovannaesse il 13/06/2020 - 08:00
  • 2.1K Letture

Un fantastico racconto erotico: l'esperienza del mio amico Lamiete, Titolo originale: La signora Maria.


Abita al secondo piano del mio condomino . la signora Maria 48 enne bella donna ancora un bel corpo che non nasconde neanche troppo, ama indossare leggins e magliette da ginnastica aderenti da dove si intuisce una bella 3a, il viso un po' segnato dal tempo ne aumenta il fascino.

Sono in affitto da qualche mese in questo condominio e tutte le mattine mi capita di incrociare la signora Maria , probabilmente abbiamo gli stessi orari , si parte da i soliti saluti fatti di corsa tra inquilini che non si conoscono - Buongiorno un sorriso e uno sguardo curioso-

Con il passare delle settimane e dopo tanti saluti e sguardi di studio reciproco comincia un po' di confidenza e con quella, qualche chiaccherata, per conoscere le nostre rispettive storie di vita, sempre, fatte sulla porta di ingresso del condominio, durante le nostre chiaccherate non potevo fare a meno di guardare il corpo ben tornito della signora maria e sopratutto il mio sguardo si fermava sulle grosse labbra della sua fica perfettamente incartate dai leggins , e penso che la signora Maria se ne sia accorta, dal sorriso che trovavo sul suo volto appena rialzavo gli occhi e anche dalla vitalita' con cui mi salutava prima di prendere per la sua strada..

E' domenica sono le sei del pomeriggio e dopo essere stato tutto il giorno in giro a trovar parenti e amici, sono quasi a casa , e con grande sorpresa mi trovo la signora Maria davanti al portone di vetro del condominio, inginocchiata ed arrabbiata tanto da imprecare a voce alta credendo di essere sola, mi avvicino, e le chiedo che cosa sia successo e lei con voce quasi da bambina mi dice : Guarda..e mi indica la grata di metallo che sta propio davanti alla porta , guardo, e vedo due chiavi tenute insieme da un anello , in un secondo mi si chiarisce la situazione , le erano cadute le chiavi di casa nella bocca di lupo, tra l'altro profonda e con grata cementata..

Sei stata fortunata le dico con un sorriso, tu riesci a prenderle? mi chiede lei con quel sorriso che le vedo la mattina, vado in garage e prendo una sottile stecca di legno, nel frattempo mi metto in bocca 4 confetti di cewingum e con una combinazione di legno ,cicca masticata e molta pazienza riusciamo a recuperare le chiavi della signora Maria , appena le ha di nuovo in mano, istintivamente mi abbraccia poggiando il suo morbido seno sul mio petto, la reazione del mio cazzo è stata quasi istantanea in meno di due secondi era gia gonfio e pronto a gonfiarsi ulteriormente, in imbarazzo mi scostai, ma la signora Maria con entusiasmo mi dice che l'ho salvata e che per sdebitarsi mi avrebbe preparato la cena visto che io sono single e di sicuro non mangio bene, e lei era sola in casa visto che la figlia era via con il fidanzato per alcune settimane, con il marito si è separata da anni ma questo lo sapevo gia, visto che me lo aveva detto in una delle nostre chiaccherate.

Sono in imbarazzo, ma il mio cazzo accetta la proposta prima del cervello,cominciamo a salire le scale io la seguo , lei mi parla ma le sue parole suonano lontane ed incomprensibili , la mia attenzione è rivolta a quel culo ben tornito meglio di alcune ventenni, e nel mio cervello gia' giravano immagini di sesso. Ma non mi sarei mai aspettato cio' che sarebbe successo dopo. Arrivati davanti alla sua porta un : Allora cosa preferisci!? mi riporta alla realta' ma non avendo capito mezza delle sue parole ho risposto con un vago Fai tu! lei mi guarda ride e mi dice - te non hai capito niente di quello che ho detto vero? Vero! rispondo. scusa ma mi ero distratto, lei ride, entra dentro, e come una bambina felice comincia a saltellare dalla gioa di essere di nuovo in casa,viene verso di me e mi da un veloce bacio sulle labbra e si allontana saltellando,io rimango fermo il sangue scorre tutto verso il basso, lei si riavvicina con fare scherzoso all'improvviso la prendo e la porto verso di me, e comincio a toccarla ,a mettergli le mani nel culo, per poi risalire nella schiena la stringo per sentire di nuovo i suoi seni addosso a me ,cominciamo a limonare ma lei si stacca e mi fa : heii!! calma ragazzino! ,dai calmati siediti nel divano ,dopotutto ho nove anni in piu' di tè. Mi son seduto nel divano con un'erezione spaventosa , pensando che con quelle parole volesse dirmi che non voleva fare sesso , ma invece mi viene davanti in piedi ,si piega verso di me avvicina il suo viso al mio, e mi dice piano -sono piu' grande comando io- ricominciamo a limonare il cazzo mi sta esplodendo, lei mentre ci baciamo si mette con la fica nel mio ginocchio e comincia a muoversi, sento un calore e poco dopo anche una gran umidita',la sto toccando dappertutto e lei si muove come una biscia sul mio ginocchio , poi si ferma si alza ,la guardo in mezzo alle gambe e una macchia molto grossa scuriva i suoi amati leggins -Hai finito di guardala e basta maiale - mi dice - si toglie i leggis ed e' senza mutande, con una fica completamente depilata e lucida dagli umori, sale sul divano in piedi e mi mette la fica in faccia, comincio a leccare avidamente, allungo la lingua piu' che posso per penetrare piu' in fondo, è veramente bagnatissima e sta scopando con la mia lingua e la mia faccia,ora sono con la lingua dentro e un rivolo di liquido caldo mi entra in bocca e me la riempie , lei sempre con la fica appoggiata nella mia bocca aperta mi dice -Dai bevi manda giu' , ho la bocca piena di umori ,ma una quantita' esagerata, e continua ,sono restio a buttare giu' ma il sapore è buonissimo e la mia bocca è talmente piena che dei rivoli mi escono dai lati,butto giu'... mmmm che sapore ho in bocca , dolce ,sapido, buono .Il mio cazzo se potesse strapperebbe i jeans che sono ancora su , ho la faccia e anche il collo della maglietta completamente fradici l'odore di fica è ovunque . lei scende e mi dice - bravo il mio ragazzino leccone hai bevuto tutto non tutti riescono sai..,si sarai il mio leccone personale capito? annuisco. Adesso vieni mi dice mi alzo mi spoglio e la seguo in bagno con un cazzo che cosi duro non era mai stato mi fa sedere nel bide' e mentre l'acqua diventa tiepida comincia a succhiarmi il cazzo poi lo toglie dalla bocca e lo lava tutto , le sue dita arrivano anche nel mio buco del culo, comincia a lavarmi anche li ,e prima uno, poi due dita sono dentro - Mmmm che buco stretto hai,non dico niente non sto capendo un cazzo, mi sta piacendo ogni cosa che mi sta facendo..-Dai andiamo di la' mi dice ,andiamo in camera, mi dice di sdraiarmi comodo sulla schiena, che mi vuole assaggiare anche lei,faccio come dice e lei rimette la fica nella mia faccia ricomincio a leccare come se fosse il dolce piu' buono del mondo. Intanto sento il mio cazzo entrare nella sua calda e accogliente bocca la sua lingua comincia a girare attorno alla mia cappella provocandomi un piacere enorme ,sento anche le sue dita che cercano di entrare di nuovo nel mio culo,mi piace,sto impazzendo di goduria, sposto un po' il bacino per facilitare la penetrazione delle sue dita ,stiamo facendo un 69 assatanato intanto la sua fica a ricominciato a colare una quantita' esagerata di umori, si muove sopra la mia faccia che ormai è diventata come una torta glassata si truscia ovunque usa il mio naso per essere penetrata per poi fermarsi nella mia bocca e rimpirmela di liquid,i ho umori ovunque, anche negli occhi , non pensavo ci si potesse bagnarsi cosi tanto. la sua bocca sta scopando il mio cazzo e non so quante dita ho dentro il mio culo ,sento solo un piacere mai provato e sto per venire -vengo con delle contrazioni fortissime anche il mio culo vuole contrarsi ma non riesce ho ancora dentro le dita della signora Maria. Mi brucia il culo ho fatto un litro di sborra, che la signora si è bevuta , sono frastornato, stanco, appagato, con il viso completamente fradicio e il sapore di fica mi riempe la bocca voglio riposarmi cosi per un po'..Ma la signora Maria non la pensa cosi' Continua...

Post New Comment

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e analizzare il nostro traffico. Si prega di decidere se si è disposti ad accettare i cookie dal nostro sito Web.